lavoro

Italia fabbrica di schiavi

In Italia si lavora tanto, addirittura troppo. Non parliamo di distribuzione del lavoro, ma di orario, perché se da un lato ci sono i disoccupati e i lavoratori part-time, dall’altra ci sono schiere di professionisti, per lo più specializzati - ma anche giovani al primo impiego - che non tornano a casa prima di 12 ore. Ed è solo la media. E’ quanto emerge da un’inchiesta del Corriere della Sera, secondo cui il motivo è da ricercare ancora una volta nella crisi economica che ha portato a un brusco taglio delle risorse.