Italia fabbrica di schiavi

In Italia si lavora tanto, addirittura troppo. Non parliamo di distribuzione del lavoro, ma di orario, perché se da un lato ci sono i disoccupati e i lavoratori part-time, dall’altra ci sono schiere di professionisti, per lo più specializzati - ma anche giovani al primo impiego - che non tornano a casa prima di 12 ore. Ed è solo la media. E’ quanto emerge da un’inchiesta del Corriere della Sera, secondo cui il motivo è da ricercare ancora una volta nella crisi economica che ha portato a un brusco taglio delle risorse.

Algeria distrutti due auto contrabandieri

Durante una operazione di lotta contro il terrorismo, un distaccamento di esercito nazionale popolare, sostenuta da due elicotteri , ha distrutto,il 30 MARZO 2017 presso la zona di frontiera di Chenachen, a est della Provincia di Tindouf, due veicoli suv, ed ha neutralizzato due terroristi e trafficanti di droga recuperando una notevole quantità di armi e munizioni.

I commercianti di schiavi

Prima le spinte d’ordinanza. Poi i pugni senza complimenti, anche alle donne e ai bambini ,figli e mogli e madri dei manifestanti intervenuti alla manifestazione per rappresentare la disperazione delle famiglie lasciate sul lastrico solo perche si sono permessi di contestare i modi schiavisti dei padroni dello stabilimento. Infine hanno spianato i taser, gli storditori elettrici. Ieri intorno alle 10.30, nello stabilimento più grande d’Europa della Coca Cola (450 dipendenti), la vertenza sindacale è stata “risolta” così dagli addetti alla sicurezza privata.

Ben Guerdane trovate armi in quantita

Tunisia a Ben Guerdane nei pressi del cimitero sono state trovate un ingente quantita di armi seppelite accuratamente nella sabbia. Questa scoperta si deve alla grande operazione antiterroristica svolta nel quartiere dell'abitazione del terrorista Taher Dhifallah nel centro della citta.

Pagine