Allarme mercurio pesce spada tossico

È allarme per dei tranci di pesce spada surgelato contaminati dal mercurio. Ad annunciarlo è stato il Ministero della Salute che, proprio in queste ore, ha diramato il richiamo su tutto il territorio nazionale.
Nello specifico si tratta di “Tranci Spada Extra Sashimi” pescato nell’Oceano Pacifico e proveniente dalla Corea. I lotti interessati dal ritiro sono i seguenti: 70898/70899/72476/72477/72478/72838/73409/74330 e 75185, con scadenza 27/05/2017, confezionati in sacchetti trasparenti per alimenti da Effetti Surgelati srl con sede dello stabilimento a Galenzano (FI).
Questi prodotti conterrebbero quantità di mercurio ben al di sopra dei limiti di legge. Il Ministero della Salute ha quindi suggerito di non consumare assolutamente il prodotto e di riportarlo al punto vendita.

La presenza in dosi massicce di mercurio nei prodotti ittici non è purtroppo un avvenimento raro. Secondo l’Agenzia Internazionale per la ricerca sul Cancro (IARC) il mercurio di per sé non è considerato cancerogeno, ma uccide e riduce la produzione di neuroni è considerato la causa principale per la demenza senile, invece il metilmercurio, la forma organica che il mercurio assume nei pesci, è possibile sia cancerogeno.

Sono abbastanza comuni le intossicazioni da mercurio, dopo aver mangiato pesce spada otonno, che si rivelano con sintomi come spossatezza, difficoltà a parlare e persino svenimento. Fino ad arrivare a casi molto più gravi, nel caso delle donne nel periodo della gravidanza, in cui il mercurio supera la placenta e va a compromettere lo sviluppo del feto.

È quindi sconsigliato mangiare troppe volte i pesci predatori perchè questi animali, essendo quasi al vertice della catena alimentare, si nutrono di pesci più piccoli che accumulano molti inquinanti all’interno, proprio come il mercurio.
http://www.greenstyle.it/mercurio-nel-pesce-spada-ritirato-dal-mercato-2...